Marco Ghirardelli


Vai ai contenuti

Pag. 2

Illustrazione e disegno

BRESCIAOGGI Riprenderà anni dopo a disegnare periodicamente sul giornale Bresciaoggi, poco dopo la sua fondazione, arrivando anche a pubblicare, per un certo periodo, in prima pagina, le caricature dei giocatori del Brescia, tra cui il celebre “Spillo”Altobelli. Illustrerà diverse pagine
a fumetti, a corollario della pubblicità tabellare raccolta, e pubblicherà per qualche tempo alcune divertenti
strisce in collaborazione con il bravo disegnatore Giuliano Tenchini di Boario Terme, ed infine con l’amico Nino Botarelli. Ma ben presto, l’aumento del lavoro di raccolta di spazi pubblicitari sui giornali, lo impegnerà sempre più.
Contattata quasi per caso la casa editrice dell’Intrepido, questa si dirà ad un certo punto disponibile a stampargli un lavoro di 120 pagine, realizzato nel tempo libero; un fumetto western che Marco aveva disegnato con cura, realizzando una storia inconsueta che non ha mancato infatti di suscitare interesse nell’editore, dal titolo “Oklahoma!”.
Ma i mesi passeranno alla fine senza che nulla avvenga e Marco, impaziente come suo solito, si fa riconsegnare il suo lavoro e lo regala ad un’amica francese, che si impegnerà a farlo pubblicare altrove. Ma di queste tavole si è persa ormai ogni traccia.

SULLA RIVISTA WOW Tempo dopo, la rivista WOW, specializzata in cinema, fantascienza e fumetti, pubblicherà alcune strisce disegnate dal disegnatore Ghirardelli; che ha interpretato alcune tavole di prova, per esercizio personale, sui personaggi di Bonelli, Kit Carson e Tex Willer, realizzandole senza la consueta traccia in matita usata in genere dai cartoonist, direttamente in china, con la rapidograph.
Durante le stagioni estive, nei villaggi presso i quali assumerà l’incarico di responsabile dell’animazione, Marco non mancherà di realizzare schizzi estemporanei, caricature e ritratti per divertire i bambini negli spettacoli, o su richiesta degli ospiti in vacanza.
Il lunghissimo periodo di interruzione dell’attività di disegno, sarà solo colmato alla fine dal suo importante lavoro artistico ed intellettuale: una trilogia romanzata sul Colleoni, riguardante anche vicende antiche della propria famiglia.
In questo libro-thriller, Marco Ghirardelli ha scelto di illustrare ogni pagina con i propri disegni. Cosa di norma inconsueta per lo scrittore di un romanzo. Decine e decine di volti, panorami e oggetti, popoleranno così questa sua opera prima.


Torna ai contenuti | Torna al menu